You are here

SEMINARIO | Nuove batterie organiche: Michael J. Aziz alla FBK di Trento

Professore “Gene e Tracy Sykes” di Materiali e tecnologie energetiche presso la Harvard School of Engineering and Applied Sciences (Cambridge, MA – USA), Aziz è uno degli scienziati che ha inventato una rivoluzionaria batteria organica a flusso acquoso che permette di accumulare grandi quantità di energia elettrica a basso costo.

La capacità di immagazzinare energia da fonti rinnovabili è una delle sfide scientifiche che vede impegnati in questi ultimi anni gli scienziati di tutto il mondo. Il tema è di fondamentale importanza non solo perché i costi di accumulo sono molto alti, ma anche perché le batterie solide ad elettrodi (quelle delle automobili o dei dispositivi mobili) perdono la carica troppo rapidamente quando scaricate alla loro potenza nominale e non sono adatte a risolvere, in modo efficace in termini di costi, il problema della non programmabilità delle fonti di energia rinnovabili (eolica o solare, per esempio).

Le batterie a flusso organico, sviluppate dal gruppo di ricerca di Michael J. Aziz, si dimostrano invece promettenti, perché utilizzano piccole molecole organiche, i chinoni, che in natura sono facilmente reperibili (nel petrolio greggio, così come le piante verdi) e consentono trasformare radicalmente il modo in cui l'elettricità viene immagazzinata, rendendo il potenziale delle fonti energetiche rinnovabili molto di più economico ed affidabile.

Michael J. Aziz sarà in FBK nel contesto della collaborazione con Green Energy Storage, azienda che ha preso in carico lo sviluppo industriale delle batterie organiche e ha incaricato FBK per la parte di ricerca e innovazione. In questo sono coinvolte le Unità di ricerca ARES (Applied Research on Energy Systems) e FMPS (Functional Materials and Photonic Structures) del Centro Materiali e Microsistemi, e l'Unità di ricerca ES (Embedded Systems) del Centro per l'Information and Communication Technology.  

Luigi Cremaresponsabile della ricerca sulle batterie organiche in FBK, assieme ai responsabili di FMPSGeorg Pucker, e di ESAlessandro Cimatti, coordinano un team di ricercatori dedicato all'identificazione di materiali innovativi, allo sviluppo di componenti e prototipi di batteria di scala reale a prestazioni avanzate e alla configurazione di un sistema dotato di intelligenza e elementi gestionali predittivi.

Michael J. Aziz è stato un membro della facoltà della Harvard John A. Paulson, Facoltà di Ingegneria e Scienze Applicate sin da quando è entrato nel 1986 ed è ora “Gene e Tracy Sykes professor” di Materiali e tecnologie energetiche. I suoi interessi di ricerca includono nuovi materiali e processi per le tecnologie energetiche e la riduzione delle emissioni clima alteranti. È co-inventore della batteria organica a flusso acquoso e dirige un programma di ricerca per l’immagazzinamento stazionario di energia elettrica. È inoltre il coordinatore di Facoltà per Consorzio Graduate University-Wide di Harvard sull’Energia e l’Ambiente.

Il seminario si terrà in lingua inglese. (m.l.)

Location: 
Fondazione Bruno Kessler (via Sommarive 18, Povo - Sala Stringa)