You are here

CH2P

Related Activities

Involved researchers

Per raggiungere le ambizioni europee di ridurre le emissioni globali di gas a effetto serra dell'80% prima del 2050, le emissioni del settore dei trasporti e dei settori energetici dovranno diminuire drasticamente.

Oggi l'"economia dell'idrogeno" offre soluzioni pronte per decarbonizzare il settore dei trasporti. I veicoli elettrici a celle a combustibile (FCEV) sono prossimi a essere impiegati sul mercato in numero crescente: per questo motivo è necessario ampliare la rete di stazioni di rifornimento di idrogeno (HRS) esistente. Inoltre, nel medio e lungo termine, il cosidetto "Green Hydrogen" (produzione di idrogeno da fonti energetiche rinnovabili) diventerà la tecnologia di destinazione per decarbonizzare i diversi settori energetici.

Per favorire lo sviluppo del settore dei trasporti puliti e garantire un miglioramento delle condizioni di vita per tutti i cittadini europei, queste tecnologie devono diventare commercialmente attraenti ed esere ampliamente diffuse.

Il progetto CH2P mira ad accelerare questo processo e sviluppare una tecnologia di transizione per l'implementazione delle infrastrutture precoci per la futura rete di HRS, utilizzando il gas naturale o bio-metano per produrre idrogeno ed energia elettrica attraverso la tecnologia delle celle combustibili allo stato solido (SOFC). CH2P mira a cogenerare idrogeno ed elettricità ad alta efficienza (fino al 90%) e con un impatto ambientale ridotto rispetto alle tecnologie convenzionali, indicando un costo finale per l'idrogeno prodotto inferiore a 4,5 €/kg. La tecnologia disponibile alla fine del progetto sarà scalabile in base alle necessità delle stazioni di rifornimento. L'ampio impiego di questa tecnologia potrà aprire la strada ad un nuovo mondo dei trasporti e alimentare ampie flotte di veicoli elettrici (FCEV) - come automobili, autobus e treni - accelerando la transizione verso tecnologie di trasporto pulite basate sull'idrogeno e sull'elettrico.

Data: 
Wednesday, 1 February, 2017
Durata: 
42 Months
Partners: 

FONDAZIONE BRUNO KESSLER (IT)
SOLIDPOWER SPA (IT)
HTceramix SA (CH)
ECOLE POLYTECHNIQUE FEDERALE DE LAUSANNE (CH)
DEUTSCHES ZENTRUM FUER LUFT - UND RAUMFAHRT EV (DE)
HYGEAR BV (NL)
SHELL GLOBAL SOLUTIONS INTERNATIONAL B.V. (NL)
VERTECH GROUP (FR)

Finanziamento: 
H2020 - FCH2 - RIA
Ruolo dell'Unità: 

ARES è in carico del coordinamento generale del progetto e responsabile delle attività di comunicazione, diffusione e sfruttamento dei risultati della ricerca.
Dal punto di vista scientifico, ARES è coinvolto nell'analisi dei possibili scenari applicativi utilizzando competenze interne sulla modellazione multi-obiettivo,fornirà supporto nella modellazione e design del sistema  finale, sarà in carico della progettazione della strategia di controllo dello stesso e a supporto nella convalida e sperimentazione di moduli a singolo stack testati direttamente nei laboratori dell'unità.