You are here

MaDelENA

Involved researchers

MaDelENA è un progetto che propone lo studio dei dispositivi memristore, sia inorganici sia organici, con l'obiettivo di sviluppare  sistemi elettronici neuro-bio-ispirati basati su elementi che mimano la funzione dei componenti del sistema nervoso.

Nell'ambito della teoria dei circuiti, un memristore (in inglese: memristor, unione di memoria e resistore) è un elemento circuitale nonlineare passivo e può essere considerato il quarto elemento a due morsetti fondamentale dper un circuito, insieme con il resistore, il condensatore e l'induttore. Proposto e scoperto da Leon Chua nel 1971, sono stati impiegati più di 30 anni per essere realizzato da HP nel 2008 per la prima volta. In questo progetto, attraverso la modellazione avanzata e lo sviluppo di architetture complesse, saranno esplorate le pprincipali caratteristiche del memristore che combinano elementi resistivi con proprietà di memoria. La proposta in oggetto potrà consentire lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo dell'elettronica che potrebbere soddisfare e possibilmente superare le previsioni della legge di Moore. D'altra parte, per quanto riguardano i settori delle neuroscienze e della bio-elettronica, tali dispositivi potrebbero imitare elementi cerebrali naturali, combinando memorizzazione ed elaborazione delle informazioni.

Per quanto riguarda lo sviluppo di memristori inorganici (ossidi metallici), specifici materiali che presentano le caratteristiche tipiche dei memristori saranno studiati per comprenderne la chimica, le caratteristiche fisiche e strutturali legate alle proprietà di conducibilità e di commutazione.

Data: 
Sunday, 1 September, 2013
Durata: 
36 monhs
Partners: 

Istituto dei Materiali per l'Elettronica ed il Magnetismo del Consiglio Nazionale delle Ricerche - IMEM-CNR
Fondazione Bruno Kessler
Università di Trento
Istituto di Biofisica IBF-CNR
Istituto di Fotonica e Nanotecnologie IFN-CNR

Contatti: 
Finanziamento: 
2.4 million euro
Ruolo dell'Unità: 

In questo progetto, ARES mette a disposizione le proprie competenze di alto livello per indagare ab-initio con simulazioni semi-empiriche i meccanismi e i principi di funzionamento dei memristori, in particolare la fisica che governa il  processo di elettroformatura e la fase di commutazione tra gli stati resistivi del dispositivo.

Ambiti di ricerca: